LIBRI

Di seguito tutti i libri pubblicati o in fase di editing.

 

MEGALODON IL PREDATORE PERFETTO

A mille e cinquecento metri di profondità, mille miglia a largo della costa peruviana, il grande squalo megalodon nuotava lentamente. Momentanei colpi di coda servivano a far fluire l’acqua all’interno delle enormi branchie. Cinque aperture verticali nella pelle dura e spessa. I suoi sensi erano tutti stazionari.

[Leggi la descrizione]

Megalodon il predatore perfetto

 


CAPO TIBURON

Mar dei Caraibi. 1635
Nave: Chasseur.
Tipologia: piroga francese armata con quattro cannoni da 2 libbre e un albero di maestra con vela quadra.
Lunghezza: 10 metri.
Equipaggio: 29 uomini tra filibustieri e bucanieri.
Comandante: Pierre Le Grand.
Primo ufficiale: James Rattigan.
Quartiermastro: Alejandro Vega.
Posizione stimata: cinque miglia a ovest di capo Tiburón, sulla costa occidentale dell’isola di Hispaniola (Haiti – Santo Domingo).

[Leggi la descrizione]

Copertina Capo Tiburon Aaronne Colagrossi

 


CAPE TIBURON

Caribbean Sea.1635
Ship: Chasseur.
Model and equipment: French pirogue fitted out with four guns ― 2 pounds ― and a mainmast with a square sail.
Length: 32 feet.
Crew: 29 pirates and buccaneers.
Ship’s Captain: Pierre Le Grand.
First mate: James Rattigan.
Quartermaster: Alejandro Vega.
Estimated position: five miles west of cape Tiburón. West coast of Hispaniola Island (Haiti – Santo Domingo).

[Read Description]

 


IN TRENO OLTRE LE FORESTE

Il paesaggio è piatto e rosso, il sole si solleva lentamente come un disco insanguinato, filtrando attraverso i vetri sporchi del treno, i paesi che attraversiamo sono immersi nell’alba, i comignoli delle case disegnano colonnine di fumo laddove si accende il camino per riscaldarsi. Un tappeto nuvoloso carico di neve sembra fungere da tetto al nostro viaggio, la ferrovia vibra sotto il pesante treno, portandoci attraverso la porta dei Carpazi.

[Leggi la descrizione]

In treno oltre le foreste Aaronne Colagrossi Luciano Baccaro

 



INFERNO BLU COBALTO

«Fuocooo…»

I venti cannoni di dritta del Reaper vibrarono cupamente e quasi simultaneamente. Rincularono prepotentemente sul ponte sputando ferro rovente in lunghe fiammate dorate frammiste a nuvole pesanti di fumo grigiastro acre come la fucina di satana in persona.

Le palle da 24 libbre colpirono la nave nemica maciullando decine di uomini, frantumandone la carena; nugoli di schegge di legno schizzarono al cielo, alcune postazioni di cannoni nemiche furono letteralmente strappate dalla loro sede. Knight vide un uomo divelto in due continuare a muoversi, nonostante il sangue arterioso schizzasse sul legno del ponte, con orrore dei compagni d’arme.

Lo spazio tra le due navi fu colmato dal fumo delle cannonate. I pirati urlavano come matti, sgolandosi a più non posso.

Delgado aveva assestato un colpo micidiale.

Knight urlò nella mischia: «Signor Vaughan pronti alla virata al mio segnale».

[Leggi la descrizione]

Inferno Blu Cobalto Aaronne Colagrossi


IL REGNO DEGLI ELEFANTI

PUBBLICAZIONE DICEMBRE 2017

Un gigantesco elefante africano di savana pascola al limitare col fiume.

Il contrasto è nettissimo: l’erba verde brillante, l’acqua azzurra riflette il cielo, l’animale di color grigio, più chiaro sul dorso, man mano più scuro sul ventre, quasi ferro, le lunghe zanne sono bianco sporco, con riflessi giallastri, fili d’erba si avvinghiano intorno alla proboscide. È una visione talmente idilliaca che sembra di trovarsi in una leggenda narrata in tempi antichi.

[Leggi la descrizione]

AARONNE COLAGROSSI LIBRO ELEFANTI

 


PIRATI SOTTO SCACCO

IN PUBBLICAZIONE MARZO 2017 – EDITING COMPLETATO

Waingro osservò la costa immersa nella notte, da cui spuntavano solo le poche luci della colonia spagnola di Portobelo, come fosse un cero acceso su una tomba in un cimitero buio e abbandonato. Il pirata aguzzò l’occhio celeste nell’oculare metallico del cannocchiale, cercando di capire quante fossero le navi in rada dalle sole luci dondolanti delle lanterne: ma fu tutto inutile, nemmeno avendo gli occhi di un albatro sarebbe riuscito a distinguere un checché in quella rada che si apriva come la bocca di uno scorpione nella penisola riscoperta dalla giungla tropicale. Il filibustiere imprecò una bestemmia irripetibile e sospirò nell’aria calda della notte, richiudendo lo strumento ottico.

[Leggi la descrizione]


GUERRA BLU COBALTO

IN LAVORAZIONE – ESTATE 2018

Rennell Island, Isole Salomone. 29 gennaio 1943. 7a Unità d’assalto Ranger della Marina militare americana.

I quattro mezzi anfibi da trasporto truppe avanzavano veloci sul mare mosso. L’acqua del mare era l’unico sollievo all’opprimente calura per gli uomini rannicchiati sul fondo metallico dell’imbarcazione.

300px-sentaka


 

Be Sociable, Share!